Evergreen wardrobe
Beauty Blog Fashion

I Magnifici Capi Evergreen: come riconoscerli e personalizzarli a regola d’arte

Oggi parleremo dei capi Evergreen (senza tempo). Vi svelerò le tre parole chiavi per avere l’accesso al guardaroba più ambita, e vi spiegherò come stilare una top list personalizzata per dare il benvenuto a questa magnifica categoria nel vostro armadio.
Innanzitutto, cosa vuol dire capi senza tempo?! Qualcuno forse penserà alla muta spaziale… Tranquilli, stiamo parlando dell’abbigliamento più vecchio e contemporaneo del guardaroba umana: quello semplice, efficace e confortevole, quello senza tempo e senz’altro elegante

Come riconoscere i capi evergreen
I capi evergreen sono quelli che appunto, restano sempre verdi: non si spengono mai, non invecchiano e soprattutto, resistono stoicamente ai caprici della moda e agli anni trascorsi. Io li chiamo “alleati fedeli”. Ma l’aspetto incredibile di questi magnifici capi è la generosità con la quale trasmettono i loro poteri a chi li indossa. Per identificarli basta accertarsi che sull’etichetta ci siano le impronta di queste tre parole:

#Semplicità

semplice

I capi semplici spesso vengono confusi con quelli banali, ma in realtà c’è un abisso in mezzo e bisogna imparare a distinguere le due categorie. D’altronde se mirate all’eleganza, la semplicità è il suo ingrediente base, e non deve mai mancare in un capo evergreen. L’abbigliamento evergreen ha una gamma vasta e democratica: chi predilige le magliette e chi le camicie; c’è chi non si separa mai dai jeans e qualcuna dalle gonne; c’è chi ama i foulard e qualcun altra le perle… A voi la scelta!

#Funzionalità

funzionalita

I capi pratici invece sono quelli più funzionali, quelli che vi risolvono la vita invece di complicarla. Sono la costante vincente del guardaroba: si sposano felicemente con ogni tipologia di look e si adattano senza alcun problema alle più svariate occasioni. Ogni donna e ogni uomo deve avere assolutamente una costante vincente nel suo guardaroba. Spesso può diventare l’accessorio, altre volte la costante può essere la maglia, e a volte perfino il rossetto. Se non avete ancora capito chi è #EmmaStone, spero abbiate capito qual è la sua costante vincente. P.s. correte al cinema e non fatevi scappare #LaLaLand

#Comfort

comfort

Si sa, il comfort e la qualità vanno di pari passo. Quando si indossa il comfort, la figura sembra più definita, più lineare, migliore. I tessuti quasi sempre coccolano la pelle e le cuciture non comprimono mai i muscoli. Tutto questo si trasmette al sistema nervoso eliminando le tensioni, spontaneamente ci sentiamo più rilassati, più sicuri, più in forma. Il mio consiglio è quello di orientarvi in base alla vostra sensibilità. Molte clienti per esempio preferiscono alcuni brand solo per la qualità dei loro tessuti, e altre vestono solo un brand, quello che disegna perfettamente la loro figura… Imparate a dare la priorità dovuta ai dettagli, sono imprescindibili requisiti per i capi evergreen

 

Come stilare una top list personalizzata
Per stilare l’elenco perfetto dei capi evergreen, oltre carta e pena occorrono svariate informazioni su tre fronti: le condizioni climatiche in cui si vive la maggior parte dell’anno, le proprie caratteristiche fisiche e il proprio stile di vita. Questo metodo consente di fare scelte mirate e senza margini di errore

colore1

La prima selezione la facciamo prendendo come punto di riferimento le stagioni. Ogni stagione ha il suo fascino, e merita di essere vissuta pienamente, con il suo brillante abbigliamento perché… tutte le stagioni devono avere i propri capi evergreen: una giacca passepartout in primavera, un abito mozzafiato in estate, un autentico impermeabile sotto la pioggia autunnale, e un delizioso cappotto caldo sotto il luccichio Natalizio

moda1

La seconda selezione si fa rispettando le caratteristiche fisiche della persona. Menomale, per ogni capo d’abbigliamento esistono due o più varianti: giacca slim o blazer, tubino nero o blu navy, trench svasato o strutturato, cappotto corto o lungo. Allora perché non premiare le proprie peculiarità fisiche, piuttosto che invidiare quelle degli altri. Optate per i vostri capi alleati, quelli che sicuramente valorizzano voi, e le vostre caratteristiche. Non è meglio scegliere, piuttosto che imitare?!

moda2

La terza selezione deve essere fatta in sintonia con lo stile di vita. In passato come adesso, mi è capitato di vedere immagini grottesche che purtroppo non corrispondono allo spessore della persona. Da giovane ero quasi intollerante davanti a certe sviste d’abbigliamento, e non riuscivo a capacitarmi come fosse possibile, che persone di altissima qualità intellettuale vestissero in modo terribile. Crescendo ho capito che, pensiero ed intelligenza non sempre fanno il paio con l’eleganza (nel vestire). Quest’ultima è una sensibilità innata come tante altre, e chiaramente non tutti c’è l’hanno. Ma come in tutte le cose, con la volontà di imparare e gli strumenti giusti si migliora… Si migliora eccome!!!

Tornando al nostro discorso, fra i miei libri di studio ho trovato una tavola di “Apparel Arts” del 1933 con le varie occasioni e attività svolte in relazione all’abbigliamento.

moda3

Prendete spunto, e create la vostra tavola con le occasioni e le attività delle vostre giornate durante l’anno: Se nove mesi su dodici partecipate a convegni ed eventi aziendali, allora focalizzatevi su una ventiquattrore, abito o tubino (per le donne) e scarpe di qualità. Se la vostra attività principale è festeggiare i compleanni di baby & co, i capi evergreen saranno: jeans super versatili, foulard di seta per evitare colpi d’aria e maxi cardigan di lana vergine e cachemire.
Se avete preso il gusto dell’opera per pura passione, o per motivi di public relations non importa, quello che conta è concentrarvi su un abito impeccabile (per l’uomo), e vestito da cocktail (per la donna), senza dimenticarvi dell’importante gioiello… magari un’anello topazio blu London.

Per concludere, se non avete ancora capito che cosa sono: la costante vincente, i capi alleati e la tavola lifestyle allora provate a guardare la pagina dei miei Corsi sull’Abbigliamento e lo Stile: www.mbimageconsulting.com . Sono convinta che vi aspetta un emozionante esperienza formativa

Buona giornata, Merìta

Scrivi un Commento

Translate »